venerdƬ 23 febbraio 2018

Essere adulti che emozionešŸ‘šŸ»

Una delle emozioni piĆ¹ importanti ed indelebili della mia vita e' legata alla consapevolezza di essere diventata adulta, molti anni fa...All'epoca ero stabilmente precaria  nella mia professione ed  all'improvviso realizzai che avevo imparato a procacciarmi il lavoro ed essere autonoma da un tempo sufficiente a poter contare su me stessa; anche la solitudine non era piĆ¹ un problema ma al contrario uno stimolo a coltivare interessi e passioni ed a godere della compagnia di una persona che cominciava a piacermi tanto e cioĆØ me stessa; non mi sentivo piĆ¹ vittima di niente e nessuno tranne che durante la sindrome premestruale ed ero piĆ¹ che altro impegnata ad avere il controllo delle mie scelte e della mia vita... I sensi di colpa non mi affliggevano piĆ¹ come prima quando pronunciavo un no, anzi i no avevano iniziato a fioccare nelle relazioni affettive, dapprima con rabbia e poi con fermezza e decisione. Era in corso un processo di profonda ed inedita conoscenza di me stessa e di approccio alla quotidianitĆ  creativo e tenace come non mai ... Il piacere personale non era piĆ¹ subordinato alle esigenze egoistiche degli altri e la mia casa mi rappresentava finalmente tanto: stava diventando il mio rifugio, il porto da cui salpare, il mio tributo all'armonia ed alla bellezza...
Tutto questo era dentro di me quella sera di primavera in cui camminavo sui tacchi alti e mi stringevo nel mio amato trench blu perchĆ© l'aria era piacevole e frizzantina, e mi sentivo pronta a conquistare il mondo con le mie forze, senza nessuno da cui dipendere o da controllare... Appartenevo a me stessa sia nel corpo che nell'anima e desideravo ardentemente vivere, osare, conquistare, amare, volarešŸ’›


2 commenti: